Cosa vuol dire "Mongiana"?

Moderatore: manu

Cosa vuol dire "Mongiana"?

Messaggioda pisagius » sab set 22, 2007 1:28 am

... Un nome tanti possibili significati...
pisagius
 
Messaggi: 235
Iscritto il: dom giu 17, 2007 2:08 pm

nome

Messaggioda cavallo su una nuvola » lun set 24, 2007 7:05 pm

sn ignorante in materia chi m illumina?
cordiali saluti
cavallo su una nuvola
 
Messaggi: 247
Iscritto il: lun mag 28, 2007 6:33 pm

Messaggioda Stefania » sab set 29, 2007 6:59 pm

La parola"Mongiana"potrebbe derivere da:
1)montis janua=porta della montagna;
2)montis janui=monte di Giano,dio della guerra al quale era probabilmente dedicato un tempio(presenza di frammenti di ceramica del III sec. a.C. su un'area piuttosto estesa di Monte Pecoraro nella quale si è postulata l'esistenza di uno stanziamento militare connesso con le vicende della prima guerra punica);
3)dal dialetto "mungiana"si potrebbe risalire a "mungana"da mungere...quindi presenza di pecore....del resto il paese si trova proprio ai piedi del Monte Pecoraro!!!(...naturalmente questa etimologia non è attendibile perchè inventata da me!!!! :lol: )
Avatar utente
Stefania
 
Messaggi: 83
Iscritto il: lun apr 16, 2007 9:24 pm

Messaggioda pisagius » gio ott 04, 2007 1:57 am

...Grande Stefania!
una in particolare non si aggiunge a quanto si diffonde in tutte le pubblicazioni... mi soddisfa molto!!!
intanto però propongo un aggiunta all'elenco, anzi due:

- il termine Mongiana è fatto anche risalire al nome di un fiume che scorre nei pressi... ( sarà quello che ha alimentato nel corso del tempo le storiche ferriere?)


- esiste un'altra zona in Italia che ha un nome simile...
Domos de gianas, in sardegna. Ma non può considerarsi attribuibile a Mongiana...
pisagius
 
Messaggi: 235
Iscritto il: dom giu 17, 2007 2:08 pm

Messaggioda pisagius » mar dic 18, 2007 12:53 am

...del resto tradotto significa Casa delle streghe.
pisagius
 
Messaggi: 235
Iscritto il: dom giu 17, 2007 2:08 pm

Re: Cosa vuol dire "Mongiana"?

Messaggioda pisagius » lun feb 18, 2008 2:32 am

Ma di certo l'associazione del nome della "fiumara" (Mongiana) a quello del luogo dove è sorto lo Stabilimento non può per nulla essere esclusa.
Un profondo sostenitore di questa ipotesi, insieme ad altre, è stato un grande storico, appassionato, nativo di Mongiana.
pisagius
 
Messaggi: 235
Iscritto il: dom giu 17, 2007 2:08 pm

Re: Cosa vuol dire "Mongiana"?

Messaggioda pisagius » gio feb 21, 2008 1:35 am

Le ipotesi maggiormente sostenute dai vari autori in bibliografia sono:
- dal verbo mungere, dal quale prende origine il nome della "Mungianella". Questa tipica zona pianeggiante, in mezzo ai boschi, si pensa fosse riservata al pascolo;
- dal nome della fiumara, che può a mio avviso conciliarsi con l’ipotesi dell’etimo latino.


La prima, deriva, appunto, dalla zona dove venivano munte le “pecore”, dalle quali aveva assunto l’etimo il nome del monte.
Una ovvia obbiezione, che si potrebbe addurre, riguarderebbe il fatto che non sembra un luogo di facile adattamento per gli ovini a causa dell’altitudine.
Alcuni pensatori di “senso comune” si oppongono a tale opposizione facendo appello alla interpretazione della terminologia dialettale usata per qualificare gli abitanti di Fabrizia.
Storicamente è evidente che, trattandosi di vasti territori extra moenia, rispetto al chiostro, per il sostentamento dei monaci certosini, tutte le attività necessarie siano state destinate per zone. A Simbario era riservato l’allevamento di maiali, le pendici più alte (nei pressi di Nardo di Pace) e impervie all’allevamento di caprini… ma della presenza di ovini alla Mongianella credo si debba più o meno dubitare.


La seconda ipotesi mi permette di integrare sia il termine usato ( il mome della fiumara, Mongiana), sia l’etimo latino riconducibile anche all’ipotesi del nome del paese. Difatti entrambe le ipotesi possono essere accettate congiuntamente, in quanto la zona potrebbe aver preso il nome del corso d’acqua e tale nome significa “porta del monte”. Qualifica che potrebbe assumere un fiume in mezzo a fitti boschi.
pisagius
 
Messaggi: 235
Iscritto il: dom giu 17, 2007 2:08 pm

Re: Cosa vuol dire "Mongiana"?

Messaggioda pisagius » mar apr 01, 2008 9:09 pm

Dunque, passo ora alla considerazione dell’ipotesi 2) dell’elenco minuzioso di Stefy.

Questa è poco riportata nelle ipotesi riportate in tutti gli scritti che si occupano specificatamente di Mongiana o delle Serre Calabre (non è direttamente espressa nei testi riportati in bibliografia e presumo anche in quelli riportati dal grande Rocco).
Ma mi appare molto interessante e, visto il livello di oggettività presupposto dal discorso storico-scientifico, giustificabilissima.
Non solo, ma anche un giustificato fondamento, della sintesi operata precedentemente sulle ultime due ipotesi che riconducono alla terminologia latina il significato del nome.

“Il Monte di Giano”.
Giano è stato già raccontato da Bottepiena

Il dio Giano aveva il suo monte dal quale dominava...

Se Giano aveva il suo dominio… insieme, sul versante adiacente, Minerva (questa potrebbe anche considerarsi una “prova” della veridicità dell’ipotesi, chiaramente dopo la giustificazione del passaggio dal periodo ellenistico a quello romano, come riferita in “Dal mito alla storia”).

Cosa curiosa è che erano intorno alla Lacinia.
pisagius
 
Messaggi: 235
Iscritto il: dom giu 17, 2007 2:08 pm

Re: Cosa vuol dire "Mongiana"?

Messaggioda pisagius » gio apr 17, 2008 9:54 pm

Vediamo ora un’altra “prova”.
Il Montesanti (presente in bibliografia), nella sezione dedicata alla presentazione geografica della zona, riporta il “Piano di Giano” ad un’altezza di circa 1051 metri.

Per la sua individuazione riferisce che “si protende con un lungo costone verso SE, che forma la falda sinistra dell’Alaro e si abbassa gradatamente alla Serra de Bonis”, che costituisce l’estremo della catena.

Ma si riferisce ad un altopiano...
Il Piano di Giano, potrebbe dunque rappresentare una sezione di tutto il monte sul quale si viene a trovare, visto che nelle mappe di questo studioso non si fa riferimento al monte Pecoraro, benché sia da noi conosciuto come la cima più alta della catena.
pisagius
 
Messaggi: 235
Iscritto il: dom giu 17, 2007 2:08 pm

Re: Cosa vuol dire "Mongiana"?

Messaggioda pisagius » gio lug 03, 2008 12:26 am

... tali riferimenti però non mancano in documenti cartografici di una certa età:
nellla carta storica dell'abate Pacichelli del 1703
e in quella titolata Magna Gaecia, pubblicata da Joannes Jansonius ad Amsterdam del 1647.


Ma la differenza sostanziale tra queste fonti documentali è costituita dal fatto che il Montesanti fa riferimento solo ed esclusivamente a fonti romane dell'epoca classica e post classica.
pisagius
 
Messaggi: 235
Iscritto il: dom giu 17, 2007 2:08 pm

Re: Cosa vuol dire "Mongiana"?

Messaggioda pisagius » gio lug 03, 2008 12:26 am

Ma, tornando al mitico legame con Giano, spesso e volentieri mi sovviene automaticamente un'assonanza fonologica con una zona specifica che si trova su un fianco dell'attuale monte Pecoraro: il territorio conosciuto come Ciano, dove si è ricostruito il comune di Nardo di Pace a seguito dell'alluvione degli anni Settanta.
pisagius
 
Messaggi: 235
Iscritto il: dom giu 17, 2007 2:08 pm

Re: Cosa vuol dire "Mongiana"?

Messaggioda pisagius » gio lug 03, 2008 12:26 am

Infatti Ciano è un altopiano
pisagius
 
Messaggi: 235
Iscritto il: dom giu 17, 2007 2:08 pm

Re: Cosa vuol dire "Mongiana"?

Messaggioda pisagius » gio lug 03, 2008 12:26 am

E confina con la sponda sinistra dell' Alaro...
pisagius
 
Messaggi: 235
Iscritto il: dom giu 17, 2007 2:08 pm

Re: Cosa vuol dire "Mongiana"?

Messaggioda pisagius » mer feb 25, 2009 2:47 pm

...Sotto questa prospettiva, comunque sia, non viene meno un legame, sparuto che sia, col nome latino Giano, radice sulla quale si è costruito il termine per battezzare lo “Stabilimento Siderurgico della Mongiana”, ad opera di Conty senior.

Torno ora all’elenco principale, riportato nella risposta di Stefy, per aggiungere un’altra particolare ipotesi, che va prendendo forma negli ultimi tempi.
Mi riferisco all’attribuzione di una radice francese al termine “Mongiana”, per la precisione di un verbo, mangez-nous, voce del verbo "mangiare".
Non so a cosa possa riferirsi Pitaro, l’ultimo proclamatore di quest’ultima, come unica e solida spiegazione dell’etimo.
Tale ipotesi infatti non può godere di sostanza, a mio avviso, per gli unici motivi che potrebbero giustificarla:
1) il nome è stato attribuito dai francesi;
2) (eventualmente) il nome è stato scelto da Conty senior, di origini francesi.
La prima ipotesi difetta di atemporalità in quanto Napoleone arrivò più o meno quarant’anni dopo la fondazione dello stabilimento siderurgico.
La seconda, benché indiscutibile sia il fatto che la scelta del nome sia stata fatta dal Conty, sbaglia in merito alla possibilità che questi si esprimesse in lingua francese poiché le sue origini sono da più voci ricondotte alla Spagna, da onde giunse a Napoli. Pertanto, il primo direttore dello “Stabilimento Siderurgico della Mongiana” fu un napoletano.
Dunque, l’ipotesi, esclusiva, di Romano Pitaro la riporrei accanto a quella Domos de gianas … Sperando non si tratti di un “nuovo battesimo”, al presente, quello dei nostri tempi.
pisagius
 
Messaggi: 235
Iscritto il: dom giu 17, 2007 2:08 pm


Torna a “%s” La nascita di Mongiana... il significato del termine Mongiana

Chi c’è in linea

cron