Il processo produttivo

Moderatore: manu

Il processo produttivo

Messaggioda pisagius » lun apr 14, 2008 12:53 am

Ogni tanto mi ritrovo a sfogliare tra i miei vecchi incartamenti del passato (del mio passato) ed ho rinvenuto questa immagine che avevo curiosamente (ed anche impropriamente) rielaborato.
Rielaborazione finalizzata all'illustrazione immediata del funzionamento di questi strumenti progettati da Leonardo da Vinci, le trombe idroeliche:

Immagine

Da qui l'idea di cominciare ad illustrare alcune interessanti fasi di produzione dello Stabilimento Siderurgico della Mongiana...
pisagius
 
Messaggi: 235
Iscritto il: dom giu 17, 2007 2:08 pm

Re: Il processo produttivo

Messaggioda pisagius » gio apr 24, 2008 1:08 am

Di certo non vi è mai stata un tromba idroelica in quest'angolo della Fabbrica delle armi, per il semplice fatto che quella caduta era riservata ad una ruota idraulica.

Le trombe idroeliche erano soprattutto usate nella Fonderia e negli altri opifici. Intanto si sa benissimo che l'aria soffiata dalle cadute d'acqua veniva incanalata per alimentare gli altiforni e i forni fusori, facilitando la combustione.
pisagius
 
Messaggi: 235
Iscritto il: dom giu 17, 2007 2:08 pm

Re: Il processo produttivo

Messaggioda pisagius » lun mag 05, 2008 11:19 pm

Bene, da qui mi diparto per una breve elencazione, in generale, delle varie fasi del processo produttivo.
Visto lo spunto:
energie
macchinari
strutture.

La fonte principale di energia (a parte, per ora, il combustibile) è il torrente Alaro e per questo motivo una delle prime fasi dell'insediamento del neo-stabilimento a seguito della cessazione della politica economica dei "forni emigranti" (o meglio migratori), è stata indirizzata alla strutturazione del letto della fonte di energia meccanica ed eolica per l'alimentazione dei fuochi.
pisagius
 
Messaggi: 235
Iscritto il: dom giu 17, 2007 2:08 pm

Re: Il processo produttivo

Messaggioda cavallo su una nuvola » mer mag 07, 2008 10:37 pm

ottima illustrazione grazie Pisagius....aspetto la prossima puntata....
cordiali saluti
cavallo su una nuvola
 
Messaggi: 247
Iscritto il: lun mag 28, 2007 6:33 pm

Re: Il processo produttivo

Messaggioda pisagius » lun mag 26, 2008 12:52 am

I lavori, cosiddetti di livellamento, per la creazione di cadute d'acqua sono datati a partire dal momento del riconoscimento del nulla osta per la crazione dello stabilimento (1771), e andati avanti fino alla fine del '700 (benchè a mio avviso non sono per nulla mancate successive ristrutturazioni a seguito delle intemperie).
Ecco un esempio di quest'opera:

Immagine
pisagius
 
Messaggi: 235
Iscritto il: dom giu 17, 2007 2:08 pm

Re: Il processo produttivo

Messaggioda pisagius » gio gen 08, 2009 5:01 pm

La seconda e primaria energia sprigionata dalla caduta delle acque è quella meccanica, necessaria soprattutto per la lavorazione attraverso i maglietti, con i quali il ferro veniva raddolcito e pertanto reso più massiccio e resistente.
Il procedimento usato otteneva ferro ridotto in lamine.
pisagius
 
Messaggi: 235
Iscritto il: dom giu 17, 2007 2:08 pm

Re: Il processo produttivo

Messaggioda pisagius » sab gen 10, 2009 12:32 am

Ecco un modellino di vecchio maglio che riproduce quello un tempo funzionante a Flero, conservato nel Museo del Ferro, Brescia.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
pisagius
 
Messaggi: 235
Iscritto il: dom giu 17, 2007 2:08 pm


Torna a “%s” Le reali ferriere

Chi c’è in linea

cron