Ricordi dal "bel paese"...

Moderatore: manu

Ricordi dal "bel paese"...

Messaggioda manu » ven mar 28, 2008 7:50 pm

Ho un ricordo dolcissimo di quando ero bambina è già il mio amore per questo meraviglioso posto era una questione di pelle, di pancia.
Via San Martino: “la Cafunera”… E’ lì che ho trascorso le mie estati di bambina, segnate da emozioni e momenti felici legati a piccoli particolari che sono rimasti indelebili nella mia memoria, a tal punto da sentirli vivi come appena vissuti.
:D :D
Molto chiara dentro di me è quella sensazione di benessere che mi capitava di provare al mattino quando, appena sveglia, sentivo il bisogno di uscire immediatamente sull’uscio della porta come se anche solo assaporare quei profumi, ascoltare le voci del paese, godere di quell’aria mite potesse far rimanere impresse nella mia memoria quelle emozioni, quelle sensazioni che erano le stesse che provavo ogni volta che arrivavo lì per le mie vacanze.
manu
Avatar utente
manu
 
Messaggi: 106
Iscritto il: ven giu 22, 2007 3:31 pm

Re: Ricordi dal "bel paese"...

Messaggioda pisagius » gio apr 10, 2008 9:11 pm

Non vi dico, da bambino, quante di quelle volte sono andato giù di corsa e, spesso e volentieri, arrivavo rotoloni fino alla "Fontana di Zarga".
Bei ricordi.

E' dedicata a S.Martino perchè un tempo vi erano delle cantine.
Una cosa curiosa è che a quei tempi, per gli utenti di quelle cantine fornitissime di Ciciorfa, vi erano i parcheggi.
Considerando che i mezzi di trasporto e le utilitarie dell'epoca (a parte quelli guidati dal possessore della patente n.1) erano a quattro zampe, cioè asini, muli e qualche raro cavallo.
La mia battuta non è aleatoria.

I parcheggi erano all'inizio di via Diaz, e nel vicolo che è l'altro ingresso alla Cafunera dall'alto, insieme alla gradinata di fianco al bar. Per chi non ci credesse può benissimo passare da quelle parti e guardare, speriamo ve ne siano ancora superstiti (visto che ricordo ve ne fosse una fila, con pochi esemplari mancanti), su un lato dei cerchi di granito incastonati nel muro a poca distanza .
Per chi non ha la possibilità di giungervi al più presto:
Immagine
(foto di Pepè C.)

Al centro di ognuno di questi vi era un anello di ferro dove si annodavano le briglie... dunque un parcheggio... per quei tempi.
Immagine
pisagius
 
Messaggi: 235
Iscritto il: dom giu 17, 2007 2:08 pm

Re: Ricordi dal "bel paese"...

Messaggioda pisagius » mar apr 15, 2008 10:54 pm

Ora la "Cafunera", gode di una piazzetta, ottenuta sui ruderi di una vecchia abitazione, dedicata a don Antonio Alagia, il quale "sapeva tenere i piedi dritti anche in discesa".
Immagine
(foto di Pepè C.)
pisagius
 
Messaggi: 235
Iscritto il: dom giu 17, 2007 2:08 pm

Re: Ricordi dal "bel paese"...

Messaggioda pisagius » gio mag 01, 2008 9:41 pm

una bella visuale dall'alto su tutta la Cafunera è costituito dal Vecchio Mercato del pesce.
Già, un tempo a Mongiana vi era un mercatino, dove i bancaletti, su quel terrazzino, si riempivano di tonni giganti che venivano sezionati e venduti al minuto.
pisagius
 
Messaggi: 235
Iscritto il: dom giu 17, 2007 2:08 pm

Re: Ricordi dal "bel paese"...

Messaggioda manu » mar mag 20, 2008 6:25 pm

Nessuno possiede delle foto d'epoca?
Neanche lei, caro Pisagius che è una fonte inesauribile di notizie e nozioni che riguardano il "bel paese"... ??
manu
Avatar utente
manu
 
Messaggi: 106
Iscritto il: ven giu 22, 2007 3:31 pm

Re: Ricordi dal "bel paese"...

Messaggioda pisagius » gio mag 22, 2008 1:22 am

Confesso di averne viste diverse.
La reperibiltà dipende, comunque, dal periodo storico, visto che
abbiamo (non ho fatto tutto da solo) trovato grossi ostacoli, per far rendere pubblica qualche vecchia foto di qualche archivio, custodita gelosamente.
Per qualcuna ci siamo riusciti dopo un pò di prediche (appena la rinvengo... ricorderai di averla vista da qualche parte).
pisagius
 
Messaggi: 235
Iscritto il: dom giu 17, 2007 2:08 pm

Re: Ricordi dal "bel paese"...

Messaggioda pisagius » sab giu 07, 2008 12:12 am

Un altro bel ricordo di Mongiana è la strana "fontana monumentale", sita in piazza Fabbrica d'armi...
Diversi anni fa, agli esordi delle mie appassionate ricerche sul paesino, sono riuscito a scoprire che la funzione principale di questa piccola opera d'arte in granito non era quella di dispensare acqua, ma si trattava di una meridiana, che serviva a scandire gli orari di lavoro nelle fucine dello stabilimento.

Immagine



...purtroppo nel corso dei tempi ha subito diversi incidenti, sia dei veri e propri incidenti stradali, sia rimaneggiamenti per i lavori sulla pavimentazione stradale. Pertanto ha sfasato la posizione originaria rispetto al sole.
pisagius
 
Messaggi: 235
Iscritto il: dom giu 17, 2007 2:08 pm

Re: Ricordi dal "bel paese"...

Messaggioda pisagius » gio dic 11, 2008 5:21 am

A proposito di fontane...
Vorrei proprio sapere chi non ricorda le famose Tre Fontane di Mongiana...

Immagine
pisagius
 
Messaggi: 235
Iscritto il: dom giu 17, 2007 2:08 pm

Re: Ricordi dal "bel paese"...

Messaggioda pisagius » dom gen 04, 2009 4:07 pm

I tre volti raffigurati non sono quelli originali, poichè rubati molti anni fa.
Le attuali riproduzioni godono della medesima paternità della stele raffigurante don Antonio Alaggia sita nella piazzetta, su ricordata. Sono infatti opere di Giuseppe Costa, altro grande artista di Mongiana, scomparso qualche anno fa.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
pisagius
 
Messaggi: 235
Iscritto il: dom giu 17, 2007 2:08 pm

Re: Ricordi dal "bel paese"...

Messaggioda pisagius » ven ott 02, 2009 4:07 am

Ogni giorno Mongiana rivela piccolissimi particolari. Talora, se non ci si perde nel paesaggio in toto, d'insieme, si riescono a scoprire sempre più piccoli quadretti naturalistici di una bellezza "estatica".
Nel giardino adiacente alla piazza S. Rocco vi è un cedro antico (purtroppo uno dei pochissimi superstiti alla storia...) che espone il bellissimo spettacolo dei suoi rami.
Mi piace sempre "rimirarne" l'imponenza e la dolcezza. Per la prima, non credo vi siano novità per chi conosce i cedri del Libano. La dolcezza, invece, è espressa da un grosso ramo più basso che ne sostiene uno più in alto, abbracciandolo, per aiutarlo a ergersi verso l'alto

Già, la natura è sempre un'ottima maestra!

Immagine
pisagius
 
Messaggi: 235
Iscritto il: dom giu 17, 2007 2:08 pm


Torna a “%s” Ricordi

Chi c’è in linea

cron