<

Sentieri Naturalistico

STAGNO DELL'ARRUGGIATO

Lunghezza percorso: 1,6 Km

Tempo percorrenza: 1 h

Dificoltà: MEDIA

Caratteristiche

La presenza dell'abete (Abies alba) con il muschio sui suoi tronchi forti, dà il benvenuto al visitatore amante della natura e della montagna. Proseguendo si giunge in un'area che improvvisamente si apre su una radura dalle caratteristiche inaspettate. tra i cespugli di Ginestra dei carbonai (Cytisus scoparius) e i ciuffi di giunco (Juncus) si ode lo scrosciare di un torrente nascosto tra la vegetazione. Il tappeto verde ricopre l'area interessata da una rete capillare di rigoli d'acqua che insieme si riuniscono nel torrente. Nel periodo autunnale ed invernale è possibile osservare, tra la nebbiolina che misteriosamnete avvolge la radura, vari specie animali quali: l'anatra selvatica, folaghe e beccaccie. La caratteristica salamandra di montagna, con i suoi colori gialli e neri, fa da padrona. In primavera i fiori profumati dei cigliegi selvatici (Prunus avium) e dei biancospini (Crataegus monogyna e oxyacantha) inondano l'aria di odori caratteristici. Fiorisce tra aprile e giugno l'Arisaro cordato am è difficile trovare la fioritura di questo piccolo esponente della famiglia delle Araceae perchè rimane nascosta stto il terreno, se ne potranno vedere solo le foglie lucide e di un bel verde intenso. Anche laDentaria polophylla e l'aquilegia vulgaris sembrano gradire il climache questa zona offre. Oltrepassato il torrente si può trovare ristoro presso una bella fonte nascosta tra la vegetazione. Al rifugio di Pietra Tonda, infine, è sempre l'abete bianco con le giovani piantine a rinnovazione naturale e l'area da pic-nic a dare l'arrivederci al gentile visitatore.